Gatto Anziano: Tutti i Segreti per un Invecchiamento di Successo

list Categoria: Benessere del Gatto Sopra:

Quali sono i segreti per l'invecchiamento sano e senza sintomi di senescenza per il nostro felino?

Il gatto arriva oggi ad avere età considerevoli, alcuni, da Guinness dei primati, hanno superato i 30 anni d’età.

 

Ma quando un gatto si considera anziano? Ovviamente questo può variare da soggetto a soggetto, ma indicativamente dopo i 10 anni si può parlare di un "gatto vecchio" e, come per l’essere umano, longevità può significare anche andare incontro ad un numero maggiore di patologie legate alla vecchiaia come difficoltà fisiche e cognitive.

 

Alcuni cambiamenti sono normali, come l’aumento dei periodi di riposo, la diminuzione graduale dell’appetito e la perdita di quella spiccata indole avventurosa tipica dei felini.

 

Bisogna far molta attenzione, però, a quello che viene definito Disordine cognitivo del gatto anziano.

Invecchiamento e declino delle facoltà cognitive non sono la stessa cosa: quest’ultimo, infatti, ha caratteristiche patologiche specifiche.

 

Quali sono i sintomi nel gatto?

 

 

I SINTOMI DEL DECLINO COGNITIVO

 

I sintomi del disordine cognitivo del gatto cominciano a svilupparsi durante l’invecchiamento, solitamente dopo i 10 anni di vita, e sono:

 

1. Aumento o diminuzione della mobilità

 

2. Disturbi dell’umore

 

3. Alterazione dell’appetito

 

4. Minzioni inappropriate

 

5. Disturbi sonno-veglia e miagolii notturni

 

6. Disorientamento spazio-temporale

 

A causa della loro somiglianza ai sintomi legati ad altre patologie, a volte i primi segnali di disturbo cognitivo si trascurano o vengono malinterpretati.

 

Si consiglia sempre di affidarsi al veterinario di fiducia qualora vi fosse l’insorgenza di uno o più di questi sintomi.
 

 

RIMEDI PER L'INVECCHIAMENTO DEL GATTO

 

Esistono alcuni accorgimenti da adottare per ritardare, o meglio ancora prevenire i sintomi della senilità felina, assicurando al nostro anziano micio un invecchiamento sano.

 

Questi accorgimenti sono:

1. Fornire una alimentazione ricca di antiossidanti

 

2. Ridurre i cambiamenti: non cambiare posizione dei mobili ed evitare di portare un altro animale in famiglia

 

3. Facilitare gli spostamenti del gatto e preparare per lui un angolo tranquillo dove sia a suo agio e si senta sicuro

 

4. Esercizio: è importante che il gatto continui a fare movimento, diminuendo però l’intensità dello sforzo.

 

Difficoltà cognitive, articolari e organiche legate all'età possono inoltre essere mitigate o, ancor meglio, prevenute, grazie all’utilizzo di integratori per gatti anziani ricchi di antiossidanti, coenzima q10 e Omega 3, che aiuteranno il gatto nell’invecchiamento di successo.

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password