Condroprotettori per cani: cosa sono e a cosa servono

list Categoria: Sport Cinofili Sopra:

Se amate praticare sport con i vostri amici a 4 zampe, quasi sicuramente avrete sentito parlare di condroprotettori...

Ma, siamo certi di essere abbastanza informati quando si parla di condroprotezione?

Con il nome di "condroprotettori" si indicano una serie di sostanze capaci di prevenire/contrastare i processi artrosici degenerativi, promuovendo la normalizzazione della cartilagine articolare e del liquido sinoviale che la circonda e la nutre.

I condroprotettori più utilizzati e studiati sono molecole endogene, cioè che ogni individuo produce autonomamente. Tuttavia, nel normale processo di invecchiamento, questa capacità di autoprotezione delle cartilagini articolari diminuisce, proprio a causa della diminuita capacità dell'organismo nel produrre condroprotettori in modo autonomo.

Proprio a causa di questo processo diventa necessario un apporto esterno che permetta all'articolazione di rallentare i processi degenerativi tipici dell'età, prevenendo così l'insorgenza di un'osteoartrosi invalidante. Lo stesso meccanismo carenziale si può innescare anche nel cane atleta proprio a causa dell'allenamento intenso cui è sottoposto.


Condroprotettori e cani atleti

Esistono specifici casi in cui l’osteoartrosi può insorgere anche in giovane età, quindi non necessariamente legata al naturale processo di invecchiamento dell’animale.

Esistono alcune razze animali, come anche alcune linee genetiche di provenienza, che risultano più predisposte alla comparsa di questo problema.

In altri casi, invece, sono specifiche patologie che portano all’insorgenza del disturbo, come la displasia all’anca o quella del ginocchio, ma anche micro e macro-traumatismi dovuti all'esercizio, rotture di tendini e legamenti.

Infine, esistono fattori che aggravano l’osteoartrosi, primo fra tutti l'obesità, ma anche l'eccesso di esercizio fisico specie se questo viene richiesto "a freddo" senza preventivo riscaldamento e su soggetti poco allenati.

Fondamentale, quindi, quando si pratica uno sport cinofilo come Agility dog o Canicross, predisporre un percorso di allenamento attento alle esigenze specifiche del cane.

Quando sono presenti uno o più di queste fattori o concause, l'utilizzo preventivo di condroprotettori diventa estremamente utile.


Rinforzare le articolazioni del cane

Tra i più noti condroprotettori ricordiamo glucosammina solfato, condroitina solfato e MSM (metilsulfonilmetano), che possono essere vantaggiosamente somministrati per via orale, ed anche acido ialuronico e collagene, che tuttavia necessitano di essere iniettati all'interno dell'articolazione per ottenere reali benefici.

La Glucosammina è un amminomonosaccaride, precursore dei glicosamminoglicani, i quali rappresentano la principale componente della cartilagine articolare. Proprio per questo la glucosammina aiuta la ricostruzione della cartilagine e previene l'artrosi.

La sua efficacia è massima se associata alla condroitina (anche essa meglio come solfato di condroitina). La condroitina solfato è un componente strutturale della cartilagine, alla quale conferisce resistenza ai traumi. Inoltre, la Condroitina stimola la sintesi del collagene, principale proteina della cartilagine ed agisce come calamita per attirare l’acqua nel tessuto cartilagineo: l’effetto-cuscino della cartilagine è dovuto infatti al suo contenuto di umidità.

L’ MSM (metilsulfonilmetano) è un composto organico contenente zolfo, naturalmente presente in alcuni alimenti di origine vegetale come nelle piante della famiglia delle crucifere e in particolare concentrazione nell'Equisetum arvense, pianta ricca anche di silicio organico. Il metilsulfonilmetano organico contenuto nella pianta, meglio del suo analogo di sintesi, aiuta le cartilagini articolari a mantenersi sane supportando il trofismo del connettivo sia nel post-infortunio sia in caso di usura articolare e muscolare dello sportivo in overtraining.

Da non dimenticare infine gli omega 3, acidi grassi insaturi che contribuiscono all'azione dei precedenti condroprotettori. Gli omega 3 sono acidi grassi essenziali, dalle molteplici qualità che, specie se provenienti da Krill, quindi altamente biodisponibili, sono in grado di ridurre l'infiammazione e lo stress ossidativo che spesso si accompagnano a situazioni patologiche come l'osteoartrosi, ma anche all'attività sportiva in genere.

Utilizzare un alimento complementare che sia in grado di coniugare sapientemente questi componenti risulta sicuramente vincente non solo per preservare il cane dalle patologie articolari derivanti dell'età che avanza, ma anche per dare una spinta più al cane sportivo e preservarlo dall'usura articolare dovuta alla performance atletica e all'allenamento.

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito un buono sconto del 10%

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password